venerdì 22 settembre 2017

Quando non esiste vaccino

Marco Cedolin

Diciamocela tutta, da un governo disposto ad imporre coercitivamente nonostante le proteste, l'inoculazione di dieci vaccini nel corpicino di un bimbo di 6 mesi, ci si aspetterebbe come minimo un'attenzione maniacale a 360 gradi per la salute dei cittadini. Invece al contrario laddove finisce la parola vaccino, con tutto il suo corollario di giri di affari miliardari nelle mani delle case farmaceutiche, sembra finire assai miseramente anche l'interesse del Ministero della Sanità per la salute degli italiani.
In Veneto in modo particolare, ma anche in Piemonte, Lombardia e Toscana, le falde acquifere di zone vastissime sono pesantemente inquinate dai Pfas, sostanze chimiche usate per l'impermeabilizzazione, la cui presenza nel sangue dei ragazzini di 14 anni raggiunge livelli preoccupanti, nonostante il Ministero di cui sopra, impegnato con il morbillo e la scarlattina non si sia mai preoccupato d'individuare una soglia di pericolo per la concentrazione nel sangue di questi veleni....

martedì 19 settembre 2017

La globalizzazione ha fallito: se ne stanno rendendo conto tutti

Marco Cedolin

Tutti quanti in coro, politici, economisti, banchieri ed esperti di ogni risma e colore, hanno cantato per anni la bellezza del processo di globalizzazione mondialista, vantandone le improbabili virtù taumaturgiche e millantando un futuro migliore, senza più confini e diseguaglianze, nel quale l'uomo nuovo avrebbe potuto vivere serenamente, sgravato da tutto il peso dei retaggi del passato.
Hanno continuato a cantare mentre l’opinione pubblica, abbandonati i sogni con cui si era tentato di vestire l’immaginario collettivo, iniziava a prendere coscienza di una realtà fatta di guerra fra poveri, di lavoro precario, di accentramento della ricchezza, di atomizzazione dell’individuo, di perdita dell’identità....

venerdì 8 settembre 2017

Carabinieri stupratori

Marco Cedolin

Non sono mai stato un grande fan delle forze dell'ordine, così come gli articoli presenti in questo blog stanno a confermare. Forse perché nella mia vita ho preso troppe manganellate e respirato troppi lacrimogeni o perché mi tornano spesso alla mente le parole di mio zio (poliziotto) che mi raccontava l'atmosfera buia ed inquietante dei commissariati, dove troppo spesso legge e malaffare finiscono per trovare strade tortuose attraverso le quali andare a braccetto.
Ciò nonostante di fronte alla notizia dei due carabinieri denunciati a Firenze per stupro nei confronti di due studentesse americane sono restato perplesso e per quanti sforzi faccia non mi riesce davvero di trovare la vicenda verosimile....

giovedì 7 settembre 2017

Bimba morta di malaria: le spiegazioni non convincono

Marco Cedolin

Di fronte al tragico caso della bimba di Trento morta di malaria, senza mai essersi recata in Africa o in un altro luogo dove la malattia fosse endemica, continua a regnare grande confusione. Il Ministero della Salute, in questi giorni con il fiato corto per lo sforzo ciclopico di trasporre sul campo la marea di vaccini destinati ai bambini italiani, sembra avere accolto questa nuova "tegola"con grande fastidio, a maggior ragione dal momento che da più parti orde di razzisti, populisti e complottisti iniziano ad insinuare che l'immigrazione selvaggia abbia (fra le altre malattie) riportato in Italia anche la malaria, nel nostro Paese debellata definitivamente almeno dagli anni 70....

mercoledì 6 settembre 2017

Un mondo di plastica

Marco Cedolin

La notizia è di quelle da far rizzare i capelli in testa anche a chi più non ce li ha e poco importa il fatto che Repubblica (primo quotidiano in Italia a metterla in risalto) la banalizzi attraverso un ridicolo vademecum che tenta maldestramente di trasferire sulle spalle del cittadino quelle che sono le pesanti responsabilità della macchina del progresso.
Secondo una ricerca condotta da Orb Media (organizzazione no profit di Washington) in collaborazione con i ricercatori dell’Università statale di New York e dell’Università del Minnesota, in tutta l'acqua che beviamo, a prescindere dal fatto che si viva a Roma, a New York o in Patagonia e che la si beva in bottiglia o dal rubinetto di casa, esistono fibre di microplastica che entrano nel nostro organismo....

martedì 5 settembre 2017

La Lorenzin sull'orlo di una crisi di nervi

Marco Cedolin

Mentre una bimba di 4 anni muore a Trento per un caso di malaria cerebrale, forse contagiata durante un precedente ricovero nello stesso ospedale nel quale erano ricoverati due bambini che avevano contratto la malaria in Africa,o più probabilmente a causa del fatto che la malaria stia tornando ad imperversare nella laguna veneta dove la piccola era stata in vacanza, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin sembra iniziare ad incontrare sul campo tutte quelle difficoltà che il suo decreto ha evitato a livello politico attraverso l'imposizione della fiducia.
La Regione Veneto ha infatti emesso un decreto che proroga fino all'anno scolastico 2019/2020 la presentazione dei documenti che attestano l’avvenuta esecuzione dei vaccini o la volontà di farli per chi vuole iscrivere i bambini da 0 a 6 anni agli asili e al nido....

giovedì 31 agosto 2017

A rischio due posti di lavoro su tre nella grande distribuzione

Marco Cedolin

Ci eravamo già occupati in passato del terribile impatto che il progresso tecnologico ha, e soprattutto potrebbe avere in prospettiva, sull'occupazione, dal momento che le "macchine" potrebbero sostituire in un prossimo futuro (in alcuni casi lo hanno già fatto) larga parte dei lavoratori.
Come scrivevamo uno dei settori maggiormente a rischio, e oltrettutto quello che negli ultimi decenni ha forse raccolto il maggior numero di nuovi occupati, sembra essere quello della grande distribuzione.....

mercoledì 30 agosto 2017

Reddito di esclusione

Marco Cedolin

Il governo ha annunciato ieri pomposamente la creazione del reddito di inclusione, un nuovo strumento che partirà a gennaio con lo scopo di combattere la povertà delle famiglie, problema di una gravità assoluta (aggiungiamo noi) che coinvolge in Italia almeno 5 milioni di persone.
Per chiarire le cose non si tratta del reddito di cittadinanza, che ormai esiste in tutti i paesi civili, tranne Italia e Grecia, ma di un pasticcio all'italiana costruito sulla falsariga degli 80 euro di Matteo Renzi ed in grado di far rimpiangere perfino la social card destinata ai pensionati da Berlusconi nel 2008, che proprio i "signori" che seggono al governo oggi e la stampa mainstream al loro servizio irridevano con sufficienza....

martedì 29 agosto 2017

Un affare da 35 miliardi

Marco Cedolin

In un articolo comparso sul Guardian, dove probabilmente a causa del Brexit non c'è Saviano a smontare le dieci bufale sui migranti, si apprende dalle parole del capo dell'Organizzazione internazionale per la migrazione William Lacy Swing, come il business della tratta di esseri umani nel Mediterraneo, messo in piedi e gestito dagli scafisti illegali e legali, con il beneplacito di tanta politica, abbia raggiunto un giro di affari di 35 miliardi di dollari l'anno....

lunedì 28 agosto 2017

Cos'è la fiducia dei consumatori?

Marco Cedolin

Sono molte le creature mitologiche che popolano i voli pindarici dell'Istat e puntualmente trovano albergo presso il megafono istituzionale dei media mainstream, ma se dovessimo sceglierne una, più insulsa e priva di qualsivoglia significato, questa sarebbe senza dubbio la fiducia dei consumatori....

venerdì 25 agosto 2017

Predatori e prede

Marco Cedolin

Quanto sta accadendo in Brasile, dove il presidente Michel Temer ha abolito la National Reserve of Copper and Associates, aprendo di fatto la strada alle trivellazioni in un’area ricca di minerali e metalli preziosi che si estende per oltre 46mila chilometri quadrati, a cavallo degli Stati settentrionali di Amapa e Para, si prospetta come una delle più grandi devastazioni della storia, sia a livello ambientale che a danno delle comunità indigene che vivono nel territorio....

giovedì 24 agosto 2017

Prima le navi da crociera

Marco Cedolin

Potrebbe sembrare una barzelletta  (magari di quelle che non fanno ridere) ed invece si tratta della cruda e secca realtà. A Palermo alcuni quartieri della città sono rimasti senza acqua, perché la municipalizzata che gestisce i rubinetti dei palermitani ha deciso di privilegiare il rifornimento delle navi da crociera in transito nel porto, anziché le famiglie che pagano le bollette...

mercoledì 23 agosto 2017

Soldati robot

Marco Cedolin

I droni militari, cioè i robot dotati di armi letali o non letali, controllati in remoto dall'essere umano sono ormai realtà da molti anni e tutti i governi mondiali (compreso quello italiano) hanno investito cifre stratosferiche per inserirli all'interno dell'organico dei propri eserciti. Si tratta di robot estremamente sofisticati che però per compiere le proprie "missioni" necessitano del controllo di un essere umano (magari seduto in poltrona a migliaia di km di distanza) che ne diriga le gesta. Non prendono decisioni autonome, non fanno scelte, obbediscono e basta, come un personaggio sulla console di un videogioco....

martedì 22 agosto 2017

L'Italia che crolla a pezzi

Marco Cedolin

Il terremoto di ieri ad Ischia, con il suo carico di crolli, morti e feriti, ripropone come ormai avviene dinanzi ad ogni nuovo sisma, la polemica concernente lo stato di degrado in cui versa larga parte del patrimonio immobiliare italiano, spesso costruito senza alcun criterio antisismico ed alcune volte perfino figlio dell'abusivismo edilizio...

lunedì 21 agosto 2017

Schizofrenia

Marco Cedolin

Quanta confusione in questa Europa globalizzata figlia di Schengen. L'Europa multietnica e multiculturale che ha fatto dell'accoglienza una ragione di vita, che detesta i muri e sanziona chiunque li costruisca, che guarda alla libera circolazione delle persone e delle merci come al proprio mantra, che dispensa lezioni sui diritti al mondo intero e ogni giorno si bea del proprio essere cosmopolita ed aperta a qualsiasi genere di diversità....

domenica 20 agosto 2017

La nuova via della seta, fra realtà e ombre cinesi

Marco Cedolin

Spesso negli ultimi quattro anni, da quando nel settembre 2013 il neoeletto presidente cinese Xi Jinping annunciò al mondo intero il proprio progetto “One Belt One Road” (una cintura una strada), consistente in un mastodontico sforzo economico volto ad incrementare i collegamenti infrastrutturali fra la Cina ed il resto del globo ed espandere la sfera d’influenza cinese in maniera significativa, si è parlato della costruzione di una nuova Via della seta....