Atlantomed

venerdì 17 settembre 2010

Il Cambiamento è arrivato!

L'amico Daniel Tarozzi presenta il nuovo giornale on line. A lui faccio i migliori auguri, con la speranza che riesca a cogliere attraverso questa avventura tutta la soddisfazione che merita. Dal canto mio spero riuscirò ad offrirgli anche in questo nuovo affascinante contenitore il mio piccolo contributo, così come accaduto per anni con Terranauta.

il Cambiamento
State 'sfogliando' un nuovo giornale, nato dalla passione e dalla perseveranza di un gruppo di persone un po' 'folli' che hanno deciso di scommettere su un altro modo di fare giornalismo e su un altro modo di concepire e vivere la vita.
Viviamo nell'era dell'informazione. Centinaia di canali televisivi digitali, decine di quotidiani, migliaia di telegiornali, una quantità infinita di radio e siti internet. Eppure mai come in questo momento storico si avverte nell'aria una fame di notizie e un'insoddisfazione per il modo in cui viene raccontata la realtà.
Non abbiamo infatti alcun problema se analizziamo la quantità di notizie ricevute. Ma abbiamo un grande problema se ci soffermiamo a valutarne la qualità.
Purtroppo, infatti, le grandi testate dei diversi media continuano a proporci le stesse non-notizie, la stessa triste e decadente visione del mondo: sterili battibecchi tra politici, cronaca nera, crisi, costume, sport....

mercoledì 1 settembre 2010

Grazie Roberto!

Si è spento questa mattina all'età di 58 anni il dott. Roberto Topino, ucciso da quella tragica malattia chiamata cancro che per tutta la vita aveva combattuto attraverso un instancabile lavoro di denuncia di tutte le nocività responsabili dell'insorgenza di simili patologie, che la società del progresso continua a disseminare senza posa nel terreno, nell'aria e nell'acqua, ammorbando la biosfera e mettendo a repentaglio la salute di noi tutti.


Ci ha lasciato innanzitutto un caro amico, ma anche un grande uomo ed uno spirito libero che ha sempre avuto il coraggio di denunciare i dispensatori di morte, senza cedere alle pressioni politiche e del mondo scientifico aggiogato al carro del potere.

Di lui ci restano gli articoli, le ricerche e tutto il suo lavoro d'informazione sui temi dell'amianto, dell'incenerimento dei rifiuti, degli scarichi tossici, della radioattività. Un lavoro d'informazione che a dispetto dell'ostracismo praticato dai media mainstream, ha contribuito e contribuirà a salvare decine di vite da quello stesso incubo che ce lo ha portato via.....