mercoledì 20 giugno 2018

Orrore! Salvini vuole rottamare le cartelle di Equitalia

Marco Cedolin

 Comprendo bene come i pennivendoli nostrani siano abituati ai politici nostrani. Quelli modello Rifondazione Comunista per intenderci, che entravano in Parlamento sull'onda delle bandiere della pace e di quelle NO TAV e non appena sedutisi sugli scranni che contano iniziavano a votare i finanziamenti per le missioni di guerra e la costruzione del TAV. Probabilmente proprio a causa di questa abitudine, consolidatasi in decenni di politica “Pinocchio", resta loro difficile anche solo immaginare che un politico, diventato ministro possa anche solo carezzare l'idea di dare seguito a quanto promesso in campagna elettorale.
Così questa mattina tutti i giornali accolgono con genuino stupore le parole di Salvini che annuncia di voler rottamare una parte delle cartelle di Equitalia…..


, quell'infamia grazie alla quale migliaia d’Italiani (che non essendo nomadi sono schedatissimi dall’agenzia delle Entrate) si sono suicidati o stanno suicidandosi, mentre altri milioni, schedatissimi anche loro, vivono una vita da incubo con una spada di Damocle sospesa sopra la testa.

Dall'alto dei propri attici o nell'atmosfera petalosa delle redazioni i giornalisti guardano Salvini come si trattasse di un alieno, nonostante nel contratto di governo fosse manifesta l'intenzione di mettere radicalmente mano in quell'abominio assassino denominato Equitalia in spregio pure al buon gusto.

Salvini vuole rottamare le cartelle di Equitalia? Razzista, fascista, xenofobo, sovversivo, si faccia subito una manifestazione per difendere Equitalia e la Costituzione, il suicidio è un diritto, non si può eliminarlo per legge, giammai!

Nessun commento: