mercoledì 6 gennaio 2010

La psicosi della mutanda


Marco Cedolin
A seguito della vicenda che ha avuto come protagonista il giovane nigeriano Umar Faruk Abdulmutallab, ritenuto responsabile (almeno nelle intenzioni) di un fallito attentato dinamitardo sul volo Amsterdam - Detroit, da realizzarsi con l’esplosivo nascosto all’interno della sua biancheria intima, le reazioni fra i responsabili alla sicurezza degli aeroporti statunitensi ed europei paiono ogni giorno più scomposte e schizofreniche, arrivando a sfiorare l’autolesionismo.

Se da un lato la notizia del presunto fallito attentato è stata (creata?) usata e strumentalizzata dall’amministrazione Obama per rinverdire lo spettro del terrorismo e giustificare nuove guerre preventive, dall’altro ha rappresentato il viatico per una vera e propria campagna di psicosi collettiva, assolutamente priva di senso, avente come oggetto la sicurezza del trasporto aereo. Campagna di psicosi che facendo leva sulla paura irrazionale, mira a demolire ulteriormente le residue libertà della persona, privandola sempre più in profondità anche della propria dignità.

Per rendere il senso del grado di tensione attraverso il quale si è inteso condizionare e terrorizzare i passeggeri, basta leggere la cronaca degli ultimi due giorni.
Nell’aeroporto di Newark (uno dei due scali neworkesi) il momentaneo malfunzionamento delle telecamere di sicurezza ed il sospetto che una persona avesse eluso i controlli hanno fatto piombare lo scalo in un caos durato ben sei ore, durante le quali l’aeroporto è stato completamente evacuato, compresi i passeggeri già imbarcati sugli aerei e fatti scendere a forza.
All’aeroporto di Minneapolis, in Minnesota, il 5 gennaio, la sospetta reazione di un cane poliziotto di fronte ad una valigia ha provocato l’evacuazione dell’intero scalo, con conseguenti ritardi e cancellazioni che hanno coinvolto migliaia di passeggeri.
A poche ore di distanza l’aeroporto di Bakersfield in California è stato chiuso ed evacuato a causa di una sostanza tossica, con conseguente cancellazione di tutti i voli, poiché due agenti al momento di controllare una valigia (il cui proprietario è stato immediatamente arrestato) si sarebbero trovati di fronte ad un liquido sprigionante vapori in grado di creare loro nausea e mal di testa. Solo molte ore dopo le autorità hanno riferito che la sostanza tossica risultata positiva al test degli esplosivi e nociva per la salute degli agenti, era in realtà una bibita analcolica “condita” con del miele dal giardiniere di Milwaukee che era stato messo in manette.
All’aeroporto di Dublino un cittadino slovacco ha rischiato l’infarto quando è stato arrestato dalla polizia come pericoloso terrorista a causa dell’esplosivo contenuto nel suo bagaglio. Per poi venire a scoprire che in realtà l’esplosivo era stato introdotto nella sua valigia in maniera fraudolenta dalle autorità slovacche che intendevano testare (oltre allo stato del suo cuore) l’efficienza dei controlli nello scalo irlandese.

In seno alla psicosi costruita intorno all’attentato mai avvenuto a Detroit, sia l’Europa che gli Usa si stanno manifestando intenzionati ad aumentare in maniera esponenziale sia la quantità che la qualità dei controlli all’interno degli aeroporti, con l’ausilio di nuovi regolamenti e supporti tecnologici di ogni genere.
In Italia, dove già da qualche giorno chi vuole recarsi negli Stati Uniti deve presentarsi in aeroporto almeno 3 ore prima della partenza, i ministri Frattini e Maroni proprio ieri hanno autorizzato l’introduzione dei body scanner, sul modello di quanto già avviene negli USA anche nei carceri e tribunali, all’interno degli aeroporti di Fiumicino e Malpensa.
Proprio l’introduzione dei body scanner, in precedenza bocciati dalla UE in quanto lesivi della privacy personale, approvata dal governo italiano, al quale a breve si accoderanno anche quello tedesco ed olandese, mentre Inghilterra e Spagna si mostrano più prudenti, sta producendo in queste ore molte polemiche legate oltre che alla loro efficienza anche al turbamento della privacy e agli effetti dei medesimi (in pratica apparecchi per radiografie a bassa intensità) sulla salute umana.
Per quanto riguarda l’efficienza non sembrano esistere evidenze che dimostrino la superiorità di questi apparecchi rispetto ai normali controlli manuali con l’ausilio dei metal detector. La privacy, o meglio la dignità ed i diritti dell’essere umano, non sono mai stati una priorità delle democrazie occidentali e sembrano diventarlo ogni giorno di meno in una società basata sul controllo dell'individuo.
Le conseguenze sulla salute (onde radio e radioattività) secondo gli esperti sono bassissime, soprattutto dal momento che non esistono evidenze concernenti gli studi sui loro effetti a lungo termine, così come non ne esistevano 50 anni fa riguardo all’amianto che veniva prodotto a profusione.

Ragione per cui risulta ormai chiaro come (nonostante qualche borbottio e qualche protesta portata sottovoce) la “leggenda” delle mutande esplosive del giovane nigeriano sia prodromica di un nuovo giro di vite per quanto concerne la libera circolazione delle persone e la dignità dell’uomo, destinato a venire ispezionato anche nell’intimità del proprio corpo.
Il tutto in attesa che in un prossimo futuro la tecnologia ci regali la soluzione definitiva, sotto forma dello scanner mentale che potrà leggere l’intimità dei nostri pensieri, rendendoci “finalmente” così sicuri che più sicuri non si può.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Più terrorista sarai tu

Definitivamente che il signor Obama abbia deluso il mondo intero, che si era creata una speranza a cambio di una condotta degli USA verso il resto del mondo, passando dalla pagina dell’incubo Bush e dei suoi falchi.
Il sogno degli ingenui è durato pochissimo e il successore del macellaio della storia sta già scrivendo la sua pagina di vita per i posteri, quando con il più grande cinismo andò a ricevere il Premio Nobel per la Pace per i suoi sforzi di continuare ad invadere piccole nazioni e dando un calcio ai loro diritti umani..
Adesso la nazione segnalata come terrorista per chiudere il 2009 ed iniziare il 2010 è lo Yemen, geografia dove “ teoricamente” Al Qaeda sta allenando terroristi per finirla con la pace dell’Impero ed i suoi abitanti.
Credo che sia prudente che il resto dei paesi terzomondisti, in qualche momento, debbano dare segni di essere vivi, che sentono e patiscono le arbitrarietà dell’Impero e dei suoi seguaci, e che in qualche modo fermino la cavalcata attraverso le istituzioni che sono in ginocchio di fronte ai desideri dei potenti.
O si produce un ritiro in massa delle nazioni dall’ONU, per fondare un’altra istituzione dove veramente si rispettino i diritti delle nazioni del mondo, dei loro popoli o, all’unisono, si comincino ad arrestare statunitensi per sospetti di terrorismo, per vedere quale sarà la reazione dell’Impero di fronte all’”abuso” di queste nazioni che non rispettano i diritti umani.
Che s’inizi ad arrestare yankee sotto il sospetto di terrorismo! in diversi paesi del mondo, per far lavorare la diplomazia imperialista ed i suoi apparati bellici.
Uniti, i piccoli possono spaventare.
Franklin Graterol B.
http://www.aporrea.org/ddhh/a92822.html

Tradotto da Vane.

Anonimo ha detto...

Spero sia chiaro che "Più terrorista sarai tu" è il titolo dell'articolo....
:-)

Vane

Alba kan. ha detto...

Ciao Marco,
proprio poche sere fa, ho avuto un'accesa discussione con mia sorella...che purtroppo non sa che esiste la controinformazione (che sembra una brutta parola...ma "noi sappiamo" che questa è l'unica vera Informazione!), in TV stavano parlando dei bodyscanner... ovviamente prima avevano già parlato:
dell'attentato di Natale,
del giornalista iraniano frustato a causa del "cattivo" (di turno) Ahmadinejad‎,
altri allarmi di bombe che poi si sono rivelati nulli...
allora io ho detto: "da come parlano sembra che il controllo della popolazione serve per evitare il terrorismo...e invece E' il terrorismo che serve allo scopo di controllare la popolazione!"
La discussione è andata avanti per un pò, mia sorella non ha cambato idea...figuriamoci IO!

marco cedolin ha detto...

Cara Vane,
sono talmente abituato ad essere etichettato come comunista o fascista a seconda dei casi, da far si che la qualifica di terrorista non mi avrebbe turbato più di tanto.
Comunque avevo capito trattarsi del titolo dell'interessante articolo che hai postato e non di un'epiteto nei miei confronti :-)

Cara Alba,
purtroppo le discussioni come la tua (o anche le mie) in famiglia o meno, sono la risultante del condizionamento che viene imposto un pò a tutti dall'orientamento del pensiero costruito dalla disinformazione di giornali e TV.
Non resta che tentare di spiegare come stanno le cose passo passo, entrando nel merito dei problemi e praticando una lenta e faticosa opera di "depurazione" dalla spazzatura dispensata dalla propaganda. O rassegnarsi ad essere considerati dagli altri dei matti, confidando nel fatto che, come diceva Flaubert, i matti in realtà potrebbero essere proprio quelli che vivono fuori dai manicomi :-)

Tina ha detto...

Quanta ragione aveva Feltrinelli.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Tutto torna caro Marco: con questa crisi, tutt'altro che passata, si cerca di indirizzare la paura delle persone verso un fronte esterno, per edulcorare la tensione sociale a cui la crisi inevitabilmente porterà.
Un caro saluto.
Marco.

Anonimo ha detto...

Il caso Swift
Nuove limitazioni alla sovranita’europea
di Jean-Claude Paye*

http://www.voltairenet.org/article163349.html

Anonimo ha detto...

Hi There I'd like to congratulate you for such a terrific quality site!
Just thought this is a nice way to introduce myself!

Sincerely,
Robin Toby
if you're ever bored check out my site!
[url=http://www.partyopedia.com/articles/disney-cars-party-supplies.html]disney cars Party Supplies[/url].

barbaranotav ha detto...

@Robin Toby
I know we are living in hard times, luckly not many go around spamming in the web trying to sell stupid and useless services.
It might sound strange to you but on the web you can find informations, you know, the sum of all that characters out of which you make words that you use to make senteses....a web site is not just a "cover", but to find out the content and to understand it you must have some brain which is not granted in all human beings as you show.

Anonimo ha detto...

siete solo dei coglioni...
vorrrei vedere te a 20.000 mt seduto a fianco di questo pazzo ignorante (perche piu di cosi nn si puo definire) abbiate un po di rispetto per chi lavora viaggia e si guadagna da vivere lavorando su un aereo... e ora che questi terroristi siano eliminati radicalmente dalla faccia della terra, costi quello che costi.
piero

Anonimo ha detto...

Hi I'd like to congratulate you for such a great made forum!
thought this is a nice way to introduce myself!
In order to compile capital it is usually a sensible conclusion to start a savings or investing procedure as early in life as imaginable. But don't despair if you have not thought of saving your capital until later on in life. With the help of honest work, that is analyzing the best investment vehicles for your capital you can slowly but surely increase your funds so that it extends to a sizable sum by the time you hope to retire. Look at all of the accessible asset classes from stocks to real estate as investments for your money. A well diversified portfolio of investments in a wide range of asset classes can make your money rise through the years.

-Ashlee Markgraf
[url=http://urwealthy.com]currency exchange rates[/url]