mercoledì 4 febbraio 2015

Le case farmaceutiche richiamano l'Italia.

Marco Cedolin

Come possiamo leggere in un articolo di Repubblica di questa mattina, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, avrebbe richiamato l'Italia, alla luce di un netto calo delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini, che avrebbero raggiunto il livello più basso degli ultimi 10 anni.
In tutta evidenza una brutta gatta da pelare per il ministro della Salute Beatrice Lorenzin che in un prossimo incontro a marzo, richiesto proprio dall'OMS, sarà tenuta a rendere conto al padrone di questo pesimo sgarbo che gli italiani stanno facendo alle multinazionali del farmaco.....


Stando al rapporto dell'Istituto superiore di sanità sarebbero in calo tutte le vaccinazioni ed in particolar modo quelle contro una malattia ferale (alla quale fortunatamente la nostra generazione è miracolosamente sopravvissuta) come il morbillo che l'OMS intendeva eliminare entro il 2015, data che probabilmente finirà per venire procastinata nel tempo proprio a causa della debenaggine degli italiani.

Insomma, per farla breve e non tediare troppo chi per bontà si impegna a leggere queste poche righe, gli italiani non stanno impegnandosi a vaccinare i propri bambini, contro morbillo, rosolia, pertosse, ecc, tutte malattie che un tempo neppure troppo lontano i bimbi "subivano" al modico costo di qualche giorno di scuola perso e magari una settimana a letto con un febbrone da cavallo, ottenendone in cambio una buona dose di anticorpi.

Le case farmaceutiche (di cui l'OMS è espressione), senza domandarsi se gli italiani lo facciano perché sono pigri, o piuttosto in quanto inizino a sospettare che gli effetti collaterali delle vaccinazioni siano di gran lunga più pericolosi del rischio connesso alle suddette malattie, danno una tirata d'orecchie al ministro Lorenzin. 

Il ministro si cospargerà il capo di cenere ed assicurerà che non succederà più. In Italia, con tutta probabilità, partirà una campagna di stampa contro i genitori che non vaccinano i figli, magari coniando anche il termine vaccinofobi che fa tanto politicamente scorretto, diranno che sono dei cattivi genitori e li metteranno alla pubblica gogna. Se mai non funzionasse, sanno bene che potranno sempre minacciare di portarli via alle famiglie, quello funziona sempre, così il fatturato delle multinazionali farmaceutiche rimarrà rinchiuso in una botte di ferro.

11 commenti:

Alba Kan ha detto...

Sono sicura che il nostro ministro della Sanità darà una risposta "adeguata"...
In fondo è una grande esperta in materia, chi può capirne meglio di salute e sanità se non una che ha la maturità classica?

Jerry Blunt ha detto...

Proprio il prossimo sabato ho un incontro con un medico AUSL perche mia figlia ha compiuto 12 mesi e non ha ancora visto una siringa: gode di ottima salute (a parte un raffreddore ogni tanto) ed e' vispa come deve essere una bambina di un anno, sono curioso di sapere di cosa vorranno parlare.

marco cedolin ha detto...

Cara Alba, se fosse stata un dottore l'avrebbbero sicuramente eletta ministro dell'istruzione. Funziona così, per loro, in questo disgraziato paese, dove tu per andare a sistemare la merce negli scaffali dei supermercati part time, devi mostrare un curriculum dove conosci due lingue e magari pure il titolo universitario.

marco cedolin ha detto...

Caro Jerry, sono molto curioso anche io, se ne avrai voglia condividilo poi con noi ;-)

Federico Luongo ha detto...

Mi domando se abbiate la decenza di provare un po' di vergogna per le aprioristiche, ridicole e pericolose campagne di disinformazione che diffondete sul web con tanta patetica e colpevole superficialità, inconsci (almeno apparentemente) dei danni che contribuite a causare negli ingenui che hanno l'ardore di credervi. Le vostre fantasiose ed inconsistenti teorie si fondano su un singolo studio che si regge su dati contraffatti volti a promuovere un'alternativa alla trivalente per fini puramente commerciali, e poi smentito dallo stesso autore. Cozzano contro ogni studio scientifico, oltre che con l'evidenza dei fatti (tutti i cittadini italiani sono obbligatoriamente vaccinati per antidifterica ed antitetanica, antipolio ed anti epatite B, e l'incidenza di autismo, che manca secondo quasi ogni studio scientifico svolto al riguardo- http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2526159/, o qui riassunti https://www.vch.ca/media/MMR_evidence.pdf- di qualsivoglia correlazione con la sindrome, è ovviamente molto, molto inferiore al numero di persone vaccinate).
Gli effetti collaterali dei vaccini sono ben noti e riportati in letteratura e su ogni testo di medicina:dalle potenziali reazioni d'ipersensibilità all'encefalomielite acuta necrotizzante emorragica. Il punto, che voi adepti di patetiche teorie complottiste non riuscite proprio a cogliere né ad assimilare, è il senso del rapporto tra costi e benefici che ogni intervento medico, farmacologico o chirurgico determina sulla salute dell'individuo, e sulla base del quale si decide se e come intervenire. Qui in Italia per fortuna la legge limita i danni, perché vaccinazioni protettive nei confronti di malattie infettive potenzialmente mortali o gravemente invalidanti (come la poliomielite, che ha costretto milioni di persone alla disabilità, o l'epatite B, che, seppur in un numero circoscritto di casi, è in grado di cronicizzare conducendo a gravi alterazioni della funzionalità epatica fino alla cirrosi ed al carcinoma epatocellulare) sono obbligatorie; all'estero spesso non è così. Il morbillo che in un immunocompetente causa generalmente rush esantematici e febbre (ma anche, in un numero non poco significativo di casi, lesioni encefaliche gravi), in un'eventuale epidemia favorita da cali drastici delle vaccinazioni, espone bambini più piccoli e soggetti immunodepressi a rischi significativi che potrebbero essere evitati senza grosse difficoltà.

Jim Moriarty ha detto...

io fossi in te mi vergognerei di paragonare il morbillo alla polio o al tetano

dopdocche t5utti gli altri discorsi di scienza ed altro cadono nel momento stesso in cui si deve firmare il consenso informato

in cui il produttore scarica la responsabita delle reazioni avverse sulla persona che di solito è il padre del soggetto vaccinato

e lo fa senza agganciargli la dovuta ed accurata documentazione scientifica di cui tanto si ciarla

appena sparira la necessita di firmare il consenso si potra affrontare il discorso dell'inutilita in base ai termini costi benefici di esere vaccinati per il morbillo

@enio ha detto...

le vaccinazioni no dovrebbero essere tutte obbligatorie...

frengo pagliano ha detto...

Appena ho notato un commento cosi' prolisso (quello di Federico Luongo) ho pensato istantaneamente: .....eccolo, e' arrivato il solito debunker.

Frank Torres ha detto...

Federico Luongo è stato prolisso e non ha usato la majeutica per convincere, ma solo paroloni e affermazioni/opinioni senza supporto dimostrativo e quindi molto opinabili. Gli italiani, toccati pesantemente sulla salute, riprendono a ragionare, e stanno capendo il grande inganno di Big Farma altro che complottismo. E poi basta osservare coi propri occhi i casi e le situazioni che ci circondano e sentire qualche madre. Io so di una famiglia con tre bimbi vaccinati sempre ammalati (poi i genitori finalmente han capito) e non han vaccinato il quarto...che è sano come un pesce. Un caso?

Pino Rossi ha detto...

Questi temi sono quelli su cui i troll più si scatenano. Una volta per un innocente commento sul bicarbonato, raccontando come mi rivolsi a Simoncini per togliere un epitelioma con la tintura di iodio (successo al 100%), sono stato aggredito da uno sconosciuto che si è andato addirittura a vedere le foto del mio facebook vecchie di anni da usare come strumento di denigrazione personale, per togliere valore alla mia esperienza. Tra l'altro raccontata in modo pure superficiale. Ma l'insistenza del tipo mi ha convinto che fosse un professionista. Anche il non voler entrare nel merito, ma l'andare a colpire "la persona" mi ha convinto si trattasse di qualcuno che seguisse un modus operandi, e non semplicemente un pazzo nevrotico.
Comunque, negligenza, pigrizia o bastiancontrarismo, W gli italiani!

Maurizio 59 ha detto...

Prima di scrivere altre idiozie (ma pagano bene per dirle o basta essere degli utili idioti?) il sig. Luongo vada a leggersi questo articolo di Stefano Montanari: http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2682-i-vaccini-a-carosello.html, che fa un po' di informazione consapevole sull'argomento, a differenza dei disinformati che accusano gli altri di fare disinformazione.